Nastri d'Argento 2018: festa finale a Taormina con tanti premi per Dogman

Appuntamento con il cinema di qualità nella Perla dello Ionio, sempre vicina alla settima arte.

nastri-d-argento-2018-1.jpg

Taormina si è offerta nel massimo splendore per la premiazione finale dei Nastri d'Argento 2018. L'importante appuntamento cinematografico è andato in scena nella suggestiva cornice del Teatro Antico, al termine di una bella giornata di arte, bellezza, glamour e...sole.

Nella Perla dello Ionio a dominare la scena della settima arte è stato ieri Dogman di Matteo Garrone: otto i riconoscimenti al "miglior film", premiato anche per la regia, la produzione, la scenografia, il sonoro, il montaggio (ex aequo con Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino) e anche per il casting director e, soprattutto, per i due attori protagonisti: Marcello Fonte, premiato a Cannes poche settimane fa, e Edoardo Pesce.

A Loro, di Paolo Sorrentino, sono andati il premio per la sceneggiatura e i Nastri d'Argento per gli attori Elena Sofia Ricci (nella foto), Kasia Smutniak e Riccardo Scamarcio.

Come un gatto in tangenziale, con Paola Cortellesi e Antonio Albanese, è la commedia dell'anno. Ammore e malavita vince per musica e canzone.

Nastro d'Argento per l'opera prima a La terra dell'abbastanza; il premio al miglior soggetto è andato a Luciano Ligabue, che per Made in Italy ha ritirato anche l'Hamilton behind the camera Award.

Massimo Ghini ha vinto il Nastro d'Argento alla carriera, Claudia Gerini il Premio Nino Manfredi, Edoardo Leo è il Personaggio dell'anno.

La serata di assegnazione dei prestigiosi premi, che andrà in onda su Rai Uno nella giornata di venerdì 6 luglio, è stata condotta con grande abilità dalla simpatica ed elegante Carlotta Proietti, figlia talentuosa del mitico Gigi.

  • shares
  • Mail