Ferrari: John Elkann presidente e Camilleri AD, si tifa per Marchionne

Cambio di nomi al vertice della casa di Maranello, per le condizioni di salute di Marchionne, cui i ferraristi si stringono con affetto.

ferrari-488-pista-allestimento-pilota-ferrari-1.jpg

Sergio Marchionne sta poco bene e le sue condizioni sono gravi. In queste ore gli appassionati della Ferrari si stringono al manager italo-canadese e tifano per la sua guarigione. Nel pomeriggio di ieri il consiglio di amministrazione del gruppo FCA ha nominato d'urgenza Mike Manley nuovo amministratore delegato. John Elkann sarà presidente della Ferrari. Ecco il comunicato stampa ufficiale diramato ieri dalla casa di Maranello:

Il Consiglio di Amministrazione di Ferrari NV ("Ferrari") (NYSE/MTA: RACE) riunitosi oggi ha appreso con profonda tristezza che il Presidente e Amministratore Delegato Sergio Marchionne non potrà riprendere la sua attività lavorativa.

Il Consiglio è vicino a Sergio Marchionne e alla sua famiglia, ed è grato per lo straordinario contributo che ha dato in questi anni alla guida della Ferrari.

Il Consiglio ha quindi deciso di nominare John Elkann Presidente e proporrà all'assemblea degli azionisti, che verrà convocata prossimamente, di nominare Louis C. Camilleri Amministratore Delegato.

Il Consiglio ha anche attribuito a Louis Camilleri le deleghe necessarie a garantire continuità all'operatività dell'azienda.

La Ferrari è in buone mani, ma resta il dolore per l'interruzione del cammino manageriale di Sergio Marchionne, che ha gestito al meglio l'azienda del "cavallino rampante" e il gruppo FCA, il cui salvataggio con successiva affermazione globale, partendo da un momento critico della storia, è ascrivibile a lui e ai suoi meriti sul campo. Speriamo che tutto vada al meglio per questo straordinario uomo. Forza Sergio!

  • shares
  • Mail