Nuova Bugatti Chiron Sky View: la hypercar alsaziana si apre al cielo

Un nuovo gioiello a quattro ruote, che declina in modo diverso la regina di velocità della casa di Molsheim.

Il mercato si prepara ad accogliere la Bugatti Chiron Sky View, con due pannelli sopra il guidatore e il passeggero che offrono una chiara visione del cielo, con un vetro stratificato di nuova concezione in grado di offrire bassi livelli di rumorosità ed alto comfort termico nell'abitacolo.

Questo allestimento della hypercar alsaziana è disponibile come opzione con effetto immediato, ma la sua presentazione ufficiale avverrà ad agosto, in occasione del Concorso d'Eleganza di Pebble Beach 2018, per il Monterey Car Week.

Per la ricca clientela della casa di Molsheim si profila la possibilità dell'acquisto di un'auto sportiva da sogno, che permette di godersi al meglio la luce del sole. Il vetro dei pannelli della Bugatti Chiron Sky View difende dalla radiazione infrarossa ed evita l'effetto abbagliamento, garantendo al tempo stesso la privacy degli occupanti, che godranno di 2.7 centimetri in più di spazio per la testa.

Ricordiamo che la Chiron è una fuoriserie dai numeri eccezionali. La sua potenza di 1500 cavalli ne fa l'hypercar più potente in commercio. Un simile bagaglio energetico si traduce in accelerazioni mozzafiato. Non meno esaltante è la frenata. Un dato mette in connessione i due elementi, confermando l'efficacia del pacchetto: per passare da 0 a 400 Km/h e poi nuovamente a 0, la creatura alsaziana impiega complessivamente 41,96 secondi. Nessun veicolo a quattro ruote in produzione riesce a fare meglio.

L'opera motoristica francese è alimentata da un W16 8.0 litri quadriturbo, grazie al quale si spinge verso livelli prestazionali stratosferici. Un dato su tutti: il passaggio da 0 a 100 chilometri orari viene coperto in appena 2"5 secondi, ma è andando oltre che il valore della spinta in accelerazione diventa ancora più esplicativo. Per raggiungere i 200 ci vogliono 6"5, mentre dopo 13"6 i 300 sono già un ricordo. La velocità massima, limitata a 420 km/h, chiude il cerchio con una cifra da primato.

  • shares
  • Mail