Golf a Cortina dal 2008

golfDopo anni di tentativi e obbedienze alle regole della montagna, finalmente Cortina ha ottenuto tutta la documentazione necessaria per poter iniziare e portare a termine il proprio campo da golf.

Una storia, questa, che parte da lontano. Come ci racconta Il Giornale, nel 1944, infatti, le truppe americane raggiunsero Cortina e lì requisirono l’Hotel Miramonti, bellissima struttura isolata dal paese fra prati e boschi, dove allestirono il loro centro di recupero per feriti e ammalati. Fra essi ci furono dei giocatori di golf che improvvisarono un campo sui prati attorno all’albergo dove, anche a guerra finita, si è continuato a giocare.

Data fissata per dare il primo colpo di avvio delle 9 buche per luglio 2008, ma il vero traguardo sono le 18, e in questo spirito è già pronto il progetto ad opera del noto Peter Harradine affiancato dall’architetto ampezzano Silvio Bernardi.

Il percorso si trova a sud di Cortina, sotto le Rocce del Sorapis, e cioè a destra venendo da sud. Le prime 9 buche saranno disseminate da zona Baita Fraina verso Zuel, le seconde al contrario, e cioè verso nord» La club house si troverà in un prato alcune centinaia di metri sopra la dimora del celebre Dino Buzzati, che amava il golf.

Con l’arrivo del golf, Cortina riceverà benefici per il flusso turistico, che non sarà a valanga, ma sicuramente di qualità e contribuirà ad allungare la stagione estiva, che solitamente si chiude verso il 10 settembre, portandola fino a novembre.

  • shares
  • Mail