Ferrari Tribute to Targa Florio 2012: finita la festa in Sicilia delle "rosse"

Si è chiuso nel grande abbraccio di pubblico offerto da piazza Politeama a Palermo il Ferrari Tribute to Targa Florio 2012, che ha portato a spasso per la Sicilia molti gioielli del "cavallino rampante", in una festa "rossa" che ha generato tante emozioni tra gli abitanti e i turisti dell'isola.

In un prezioso mix di sport, cultura, passione, tecnologia, arte e lusso, i protagonisti hanno potuto scoprire molti angoli speciali dell'isola. L'ultima tappa, anch'essa abbinata all'evento Targa Florio Classic, ha attraversato diverse località del Grande Circuito delle Madonie: Cerda, Caltavuturo, Castellana Sicula, Petralia Sottana, Petralia Soprana, Geraci e Castelbuono, per poi puntare verso il capoluogo, mentre in mattinata c'era stato il trasferimento da Taormina e il passaggio da Cefalù, effettuato subito dopo pranzo.

Sul piano "agonistico", la gara di regolarità è stata vinta ancora una volta da Gino Verghini, che ha bissato la gloria della passata edizione, come già fatto alla Mille Miglia, dove il primo nome sull'albo d'oro della rievocazione del "cavallino rampante" è però di Leonardo Giardina.

Il raduno, organizzato da MAC Group, con cui la casa di Maranello ha reso omaggio alla passione siciliana per l'automobilismo, ha coinvolto owners provenienti da varie parti del mondo. Prevalenti gli equipaggi stranieri, a bordo delle varie California, 599 GTO, 512 TR, 458 Italia, 458 Spider, 550 Maranello, 575 M Maranello, 456M GT, 550 Barchetta Pininfarina, F430 Spider, 612 Scaglietti, 430 Scuderia, Scuderia Spider 16M, Superamerica, 360 Spider, 599 GTB Fiorano, 348 TB, FF, 365 GTB4, 275 GTS, 330 GTS, Dino 208 GT4 e 328 GTS.

  • shares
  • Mail