Vacanze esclusive nella villa del Monsignor Giovanni della Casa

Lusso, armonia, benessere: una preziosa tela di amenità al Monsignor della Casa Country Resort & Spa, che apre la dimora del Mugello del maestro del bon ton.

Il lussuoso Monsignor della Casa Country Resort & Spa di Borgo San Lorenzo (FI) apre al pubblico la villa natale dell'autore del Galateo, per un'esperienza tra lusso e natura toscana.

Giovanni della Casa, che ha firmato il trattato del bon ton più rinomato in Europa, nacque nel 1503 in una tenuta nel cuore di Borgo San Lorenzo, a pochi chilometri dalla rinascimentale Firenze.

Uomo di intelletto sopraffino e di acutissimo palato, il nobile toscano si dilettava tra letture, passeggiate e studi umanistici. Figlio di Lisabetta Tornabuoni, cugina di Lorenzo de' Medici –il Magnifico– Giovanni della Casa era conosciuto come il "Monsignore" essendo diventato Chierico a Firenze.

Lì dove era solito risiedere, nel verdissimo Mugello, sorge ora uno spa resort di charme ed estremo gusto: il Monsignor della Casa Country Resort & Spa. L'antica dimora, con l'annesso sconfinato parco, conserva un'allure tra il classico e il romantico.

Il resort sembra disegnato a immagine e somiglianza dei gaudenti, gli amanti della dolce vita e del turismo lento e rilassato. Gli ospiti ideali del country resort in Toscana si trovano tra coloro che amano lasciarsi cullare dai piaceri della vita, almeno in vacanza, dimenticando cellulari, traffico, stress...per immergersi solo nella natura più incontaminata.

La natura è quella del Mugello, dei boschi, dei borghi medievali e dell'autenticità rurale. Ma è anche quella della terra dei Medici, la casata più potente di Firenze, che nei secoli ha trovato un rifugio di pace tra queste verdi vallate.

A pochi chilometri dal country resort Monsignor della Casa si trovano infatti alcune delle più belle ville medicee, dichiarate patrimonio dell'Unesco: il Castello del Trebbio, Villa Demidoff e il Parco di Pratolino, il Castello di Cafaggiolo, la Fortezza di San Martino.

L'aura solenne e preziosa di questi luoghi pervade l'immensa tenuta del Monsignor della Casa e, da questa primavera, si ammanta di una gemma unica.

Dal 20 maggio 2019, infatti, è stata riaperta al pubblico la villa natale del Monsignor Giovanni della Casa, dopo una certosina ristrutturazione, attenta a preservare l'eleganza autentica delle origini. La struttura, già disponibile per affitti settimanali, è particolarmente indicata per family reunion e vacanze in famiglia, dati i grandi spazi.

La villa si presta inoltre come suggestivo scenario per coloro che vorranno conservare ricordi indelebili del proprio matrimonio: si tratta, infatti, di una location perfettamente idonea per nozze, eventi privati ed esclusivi party mondani.

Via | QNT

  • shares
  • Mail