Le Village by Crédit Agricole a Milano: c'è anche il fashion

Il primo hub dell'innovazione italiano di Crédit Agricole è uno spazio multifunzionale in un ex convento del XV secolo in Corso di Porta Romana

milano

Primo Village italiano di Crédit Agricole, e uno dei 34 del network internazionale sviluppato dal Gruppo bancario in Francia e nel resto d'Europa, Le Village by CA Milano è "un ecosistema aperto" che sostiene la crescita delle startup e accelera l'innovazione delle aziende grazie alla sinergia e alla connessione tra grandi corporate, giovani imprese, investitori e il gruppo internazionale Crédit Agricole.

Le Village opera prevalentemente su 7 settori economici, le "7F": 3 legate alle eccellenze italiane del territorio (Food, Fashion, Furniture), 3 a settori inerenti al Gruppo CA (Fintech/Insurtech, Future Mobility, France) e, ultimo, il settore Farmaceutico. Elemento trasversale è la "sostenibilità", declinata in tutti i 7 settori verticali.

Come dicevamo, nel progetto è presente anche il fashion, attivo al momento con due startup, che illustriamo brevemente:

CHITÈ LINGERIE

Chitè è il primo brand di lingerie di lusso ad offrire una customer experience innovativa grazie ad una piattaforma di personalizzazione online che consente alle clienti di creare il proprio capo su misura scegliendo sia i colori, i tessuti, i componenti, sia la taglia perfetta.

Chitè che ha come pilastro fondamentale il Made in Italy: tutti i capi sono realizzati dalle mani esperte di artigiani indipendenti seguendo l'idea di una filosofia "Slow Couture".

Il cliente può scegliere se acquistare un capo su misura o un capo ready-to-wear. Ogni mese Chitè lancia una nuova capsule collection in edizione limitata, seguendo un concetto di radicale trasparenza.

LINK: www.chite-lingerie.it/

SWAPUSH

Swapush è una startup innovativa nata a Milano che si propone come l'ecosistema del baratto: un mondo fatto di eventi, scambi, shopping a costo zero e soprattutto rispetto dell'ambiente!

Economia circolare e sostenibilità sono le parole d'ordine. Attraverso il baratto infatti Swapush si propone non solo di evitare gli sprechi, ma anche di far sorgere nelle persone una sensibilità ecologica, divertendosi con lo scambio.

Questo principio è alla base degli swap party dedicati sia al pubblico che alle aziende e che trovano poi la continuazione con l'app Swapush, che consente di scambiare oggetti online senza l'utilizzo del denaro.

LINK: www.swapush.com

Inaugurata a dicembre 2018 nel cuore della città, la sede milanese di Le Village - 2.700 metri quadrati all'interno di un ex convento del XV secolo in corso di Porta Romana 61 – ospita 220 postazioni in cui è possibile lavorare in co-working o con uffici singoli, ma non solo. Un vero e proprio ecosistema in cui le singole parti (startup, partner corporate e abilitatori) contribuiscono alla crescita del Village dando vita a un'economia circolare che trova la sua definizione nel concetto "collaborare per innovare".

Le Village è un progetto alla cui realizzazione partecipano attivamente le 12 Business Unit del Gruppo e i partner, aziende innovation driven che contribuiscono alla crescita dell'ecosistema entrando in relazione fra di loro e contaminandosi con le startup di cui diventano partner industriali, finanziari e/o commerciali

"L'obiettivo - spiega Gabriella Scapicchio, Sindaco de Le Village by Crédit Agricole Milano - è quello di ospitare e sostenere circa 50 startup entro la fine del 2020 e quindi promuovere l'innovazione territoriale, favorendo la connessione tra eccellenze. Le giovani aziende possono candidarsi spontaneamente sul nostro sito o partecipare alle call for startup che periodicamente proponiamo nei diversi ambiti, le nostre 7 F".

Questo modello, fedele al concept francese ma adattato alla realtà territoriale italiana, consente alle startup ospitate dal Village milanese di avvalersi di un programma di accelerazione completo e unico nel mercato: mentoring, coaching, incontri di network con investitori e aziende corporate, supporto "equity free" al fundraising e accompagnamento all'internazionalizzazione attraverso gli hub di Crédit Agricole nel mondo.

"Tutte le nostre startup – aggiunge Gabriella Scapicchio – hanno la possibilità, di far leva sui Village in Francia e sul network internazionale di Crédit Agricole, compresi gli hub oltreoceano del nostro gruppo, per crescere anche all'estero. Ancora, hanno la possibilità di partecipare come network Le Village a importanti eventi di respiro internazionale, come ad esempio il Vivatech di Parigi e il CES di Las Vegas".

Da luglio 2019, Le Village by CA Milano è anche sede del primo distretto italiano dedicato alla blockchain, nato dalla collaborazione con ICONIUM Blockchain Ventures per sostenere le giovani aziende italiane che si occupano di blockchain e contribuire allo sviluppo di tali tecnologie in tutti gli ambiti dell'economia italiana e internazionale.

"Il sostegno - conclude Gabriella Scapicchio - tra startup e corporate di Le Village è di tipo biunivoco perché se è vero che le prime traggono vantaggio dalle aziende, viceversa le corporate, dalla contaminazione con le nostre giovani imprese ricevono, con una sorta di open R&D, soluzioni innovative per il loro core business".

Le startup

Le startup residenti al Village ad oggi sono 32: 200 CROWD, 3BEE, ADVISOREAT, ARetail, CHITÈ LINGERIE, DIVINEA, ELIGO, ENTIRE DIGITAL, FLAMEL, HOT BOX, INTERIORBE, INVENTO INNOVATION LAB, KPI6, LET’S PET, LIBERACTA, LOANXCHAIN, MEDICAL FACTS, MISSION BOX ITALIA, PAYDO/PLICK, PLATO CHIC SUPERFOOD, POLEECY, PRONTOLO, REALHOUSE, REVITA TECHNOLOGY, RIDE, RISARCIMENTO VIAGGI, SOISY, SWAPUSH, TEACH ON MARS, TINK, TUTORED, WAVENURE.

I partner



Alcune corporate italiane e internazionali contribuiscono, ciascuno con le proprie competenze verticali, alla vita del Village e allo sviluppo delle startup residenti: ArlatiGhislandi, BearingPoint, Capgemini, Cerved, Econocom, Enel, Ferrovie dello Stato, KPMG, Mastercard, NEXI, Nctm Studio Legale, Orrick, Parmalat, Randstad, PwC, Sas e Signify.

Gli abilitatori



Per la realizzazione del percorso ci accelerazione, Le Village si avvale della collaborazione e delle competenze di abilitatori del mondo dell'innovazione sia pubblici (es: Università), sia privati (Incubatori, Fondi VC, Associazioni di categoria).

Le Village by Crédit Agricole nel mondo

Sostenere e accelerare le iniziative imprenditoriali giovani ed innovative. È questo l'obiettivo del network dei 34 Le Village by CA (32 in Francia, 1 in Lussemburgo e 1 a Milano), veri e propri hub dell'innovazione creati dalla banca di prossimità leader in Francia e nel resto d'Europa. Altri 7 sono in apertura.

Il primo e più grande Village è stato aperto a Parigi nel 2014: circa 5 mila metri quadrati in pieno centro, che ospita 80 startup provenienti da tutti i settori economici e in cui vengono organizzati più di 800 eventi all'anno di networking e incontri tra startup, aziende, università, abilitatori e attori del mondo dell'innovazione.

Crédit Agricole ha, quindi, proseguito nel suo percorso di banca attenta alla territorialità e all'innovazione aprendo altri Village in tutta la Francia e nel resto d'Europa, a supporto dello sviluppo delle economie locali con specializzazione su settori specifici.

I numeri testimoniano il successo dell'iniziativa: sono circa 750 le startup accelerate oggi nel network e più di 550 le aziende partner.

Lo scorso anno, nell'arco di soli tre mesi, le startup ospitate nei Village, hanno raccolto 275 milioni di euro di fondi.

Una sede prestigiosa nel cuore di Milano, che oltre a offrire sale eventi e spazi di lavoro, consente a startup, abilitatori, aziende e a chiunque venga a trovarci, di attivare relazioni virtuose.

Sito | www.levillagebyca.it

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail