Orologio da polso Hamilton PSR: la rinascita di un'icona

È il 1970 quando Hamilton lancia il Pulsar, primo orologio digitale nella storia dell'orologeria, una modalità completamente nuova di leggere l'ora attraverso la scritta LED

Nel 2020, a cinquant'anni dalla nascita del Pulsar, il marchio svizzero celebra questa rivoluzione presentando il nuovo orologio da polso Hamilton PSR, in lancio da giugno sul mercato.

Il modello è disponibile in due versioni: una in acciaio e una in acciaio con trattamento in PVD color oro giallo limitata a 1.970 esemplari.

Con il nuovo Hamilton PSR, un'icona di stile e tecnologia degli anni '70 torna alla ribalta. Questo straordinario segnatempo è disponibile in due versioni: una in acciaio e una in acciaio con trattamento in PVD color oro giallo limitata a 1.970 esemplari. Le casse di entrambi i modelli riprendono l'inimitabile stile a cuscino ampio della P2 nonché le sue dimensioni di 40,8 mm x 34,7 mm. L'orologio è resistente all'acqua fino a 10 bar (100 m).

Una differenza rispetto alla versione originale è il display: l'Hamilton PSR è dotato di un display ibrido che combina tecnologie LCD riflettenti (display a cristalli liquidi) e OLED a emissione (diodo organico a emissione di luce). Premendo il pulsante vengono visualizzati gli iconici numeri digitali luminosi OLED costituiti da piccoli puntini rossi, mentre il display LCD garantisce che l'ora sia sempre visibile anche con la luce del giorno. La combinazione di queste tecnologie comporta inoltre un basso consumo energetico dello schermo.

L'Hamilton PSR richiama alla memoria dove e quando ha avuto inizio l'era digitale e cosa fosse un tempo la misurazione del tempo digitale. Proprio come il modello che lo ha ispirato, il PSR è sinonimo di stile ed è l'orologio di chi desidera affermare la propria personalità.

  • shares
  • Mail