Il Chronomètre Souverain di FrançoisPaul Journe

Chronomètre SouverainLa scritta latina "Invenit et Fecit" riportata sul quadrante la dice lunga sulle intenzioni con le quali FrançoisPaul Journe affronta il mestiere d’orologiaio. Quella frase si riferisce infatti alla cultura Umanistica, quando arte e scienza si mischiavano nel sapere di un’unica e geniale persona. Ripresa poi dagli Illuministi, veniva spesso attribuita agli studiosi di meccanica.

E così, senza falsa modestia, il maestro orologiaio d’origine francese che vive e lavora a Ginevra utilizza quella scritta per affermare il proprio status d’inventore e di costruttore. Un atelier ricavato all’interno di una costruzione d’archeologia industriale, una ventina d’orologiai e una produzione di circa 700 esemplari all’anno, sono il contesto in cui opera FrançoisPaul Journe.


Come dimostrato dal nuovo Chronomètre Souverain, che costa 20.640 euro, un orologio a carica manuale con cassa in platino e quadrante d’argento lavorato guilloché su cui sono disposte, razionalmente e con un intrigante impatto visivo, le indicazione dei piccoli secondi e della riserva di carica di 50 ore, che si aggiungono a quelle classiche del tempo.

Dal punto di vista tecnologico, il meccanismo, assemblato su piastre e ponti in oro, è caratterizzato da due bariletti montati in serie da un bilanciere "misterioso" con ingranaggio posizionato sotto il quadrante.

Orologio ancora più prezioso se considerato anche il Premio Montre Homme conseguito al Grand Prix d’Horlogerie a Ginevra.

Via | Repubblica.it

  • shares
  • Mail