I libri rari di Glenn Horowitz

Glenn HorowitzNon c'è libro o manoscritto il quale possa "sfuggire" alle sue mani. Ad esempio gli archivi privati di Vladimir Nabokov e Norman Mailer piuttosto che i taccuini sui quali Bob Woodward e Carl Bernstein presero gli appunti del Watergate.

Sotto una teca super-protetta conserva manoscritti originali di scrittori di cui non rivela neanche il nome per tutelare la riservatezza di chi glieli ha dati. Fra i suoi acquirenti Steve Forbes, Martha Stewart e Conrad Black. Fu proprio Black a versare versò 8 milioni di dollari nel 2000 per entrare in possesso di alcune carte private di Franklin Delano Roosevelt poi usate per confezionare la biografia del presidente.

La sfida di oggi per Glenn Horowitz è vendere l’edizione Kaeser dell’"Ulisse" di James Joyce per un milione di dollari: record assoluto di sempre per un singolo libro del ‘900.

Via | LaStampa.it

  • shares
  • Mail