IHT Luxury Conference, a Roma si incontrano i big del lusso

Si svolge tra oggi e domani 16 novembre 2012 la dodicesima edizione della International Herald Tribune Luxury Conference con base nel più lussuoso albergo dei Roma: il' Hotel Rome Cavalieri. Molte le personalità del mondo luxury presenti all'evento, che è presentato dalla celebre head fashion editor Suzy Menkes e che quest'anno è focalizzato sull'influenza dei paesi mediterranei sulla moda e il lusso globale e sulle potenzialità dell'Africa come produttore e consumatore finale di beni di lusso, un tema di attualità che si pone come segnale di speranza per una ripresa economica in futuro.

Ha aperto le danze con la prima conferenza Silvia Venturini Fendi, con uno speech su Carmina Campus, il progetto che dal 2007 produce in Africa oggetti unici e di altissima qualità. Ma la giornata -tra l'altro non ancora finita mentre scrivo- è stata fitta di presenze, segnalo per esempio la presentazione del Virtual Museum di Valentino Garavani, gli interventi di Jean Paul Gaultier (non puoi fare i soldi con l'Alta Moda ma puoi realizzare cose molto interessanti, chi può dire come evolverà!) e di Franca Sozzani (Non ho mai detto che l'Alta Moda italiana è morta, ma a Roma esiste solo l'atelier di Valentino Garavani e a Milano abbiamo Versace e Dolce & Gabbana...).

Ma forse la frase più significativa viene proprio dalla madrina della manifestazione, Suzy Menkes dice:"Il lusso deve essere toccato da mani umane". Come a dire: l'importanza dell'artigianato è fondamentale per il sistema di produzione dei beni di eccellenza, e proprio l'alto artigianato è la connessione che tra Africa e Italia che emerge da questo summit. Ci riaggiorniamo domani con altre news dalla (top)kermesse.

  • shares
  • Mail