"Donatello e una casa del Rinascimento" a Palazzo Medici

saint_01Tornano a respirare l’aria di casa cinquantacinque opere di Grandi Maestri del Rinascimento italiano “emigrate” oltralpe nell’Ottocento ed entrate a buon diritto nella rinomata collezione Jacquemart-André a Parigi.

Resteranno in mostra a Firenze, fino al 24 luglio, incorniciate dal fascino suntuoso del Palazzo Medici Riccardi, nell’ambito della rassegna “Donatello e una casa del Rinascimento”.

Fra le opere raccolte da Edouard André e dalla moglie Nèlie Jacquemart, famosa ritrattista, spiccano tanti capolavori dei geni fiorentini. Alla scomparsa dei due coniugi, senza eredi, questo patrimonio venne lasciato all’Institut de France.

Fra i pezzi forti spiccano il “San Giorgio e il drago” di Paolo Uccello, il “San Giovanni Battista in bronzo” di Donatello, i due pannelli di cassoni con una “Battaglia” e un “Trionfo” eseguiti nella bottega del Verrocchio. Senza contare poi le creazioni di Botticini, Luca della Robbia, Francesco Salviati e Sandro Botticelli.

Via | Saimicadove.it

  • shares
  • Mail