Ferrari Enzo: quando il lusso significa distinzione

ferrari enzo


E' decisamente frustrante dover sopportare la banalizzazione, il comformismo. Specie quando si possiede un oggetto tanto desiderato. Il concetto di lusso, infatti, presume esclusività, personalizzazione estrema, rarità, prestigio. Ma come fare se di quello stesso ambitissimo e costosissimo oggetto ne esistono altri 400 (e oltre) tutti uguali?

E' quello che deve aver pensato il proprietario di questa Ferrari Enzo: invidiato da mezzo mondo e da molti altri "colleghi" plutocrati" che non hanno potuto acquistarla. Ma, evidentemente, all'interno della ristretta cerchia dei proprietari della supercar di Maranello, lui stesso deve essersi sentito insoddisfatto di non avere un oggetto unico nel suo genere. E avrà certamente pensato che al mondo ci sono "troppe" Enzo. E come ha risolto questa spiacevole situazione? Molti ricorrono alla personalizzazione del colore, ma non basta.

L'idea è stata semplice e grandiosa: un sedile di colore rosso, uno di colore nero.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: