A Volterra un omagio a Frank Lloyd Wright

lloyd_wrightIn occasione del 140simo anniversario della nascita, l’Associazione “Amici di Frank Lloyd Wright”, indimenticato precursore dell’architettura moderna, sta pensando ad una “commemorazione” in pieno stile, tanto che l’evento godrà del prestigioso patrocinio del Consolato Generale degli Stati Uniti in Firenze.

Tale evento non poteva mancare di un convegno, spezzato in due giorni, 13 e 14 ottobre, presso il Centro Studi S.Maria Maddalena, dal tema: “Frank Lloyd e l’architettura organica oggi”.

Tra i relatori come Eric Lloyd Wright, architetto di Malibu in California, nonché esponente di primo piano dell’architettura organica, Arthur Dyson, architetto di Fresno, Fred Stitt, direttore dell’Institute of Architecture di San Francisco, Brian Spencer, di Manhattan Beach, Aldo Loris Rossi, architetto di Napoli, Mario Galvagni di Milano, e Carol Bishop, artista e scrittrice di Los Angeles.

Un vero gemellaggio “Volterra-Stati Uniti”, ma anche un evento di cultura con la C maiuscola. Il 14 Ottobre, presso il centro culturale Villa Palagione, si terrà, a cura di Studiolyra, un “incontro” significativo tra l’arte musicale e quella della progettazione dello spazio, grazie ai virtuosismi di Paolo Fratini al flauto e di Ornella Bazzini alla spinetta, nell’intento di ricreare atmosfericamente i pomeriggi che lo stesso Lloyd amava intrattenere con i suoi allievi.

Un incontro straordinario, che vedrà Volterra qualificata ulteriormente quale centro culturale di alto livello, dove il bello è di casa e gli incontri di artisti e professionisti trovano il proprio habitat naturale.

  • shares
  • Mail