Neo Kursaal: un centro balneare sospeso sull'acqua

neo_kursaal_pescaraUna struttura acquatica sospesa su palificazione che si confonde con l’orizzonte e le cui forme richiamano quelle del mondo marino. Un centro balneare turistico di 8.000 metri quadri sull’acqua, raggiungibile via mare da medie e piccole imbarcazioni, via aerea con elicottero e con accesso dalla terra ferma tramite un elegante pontile-passeggiata.

Tutto questo è Neo Kursaal, l’ambizioso progetto che avrà come protagonista le acque di Pescara. Neo Kursaal, la cui realizzazione è prevista per la fine del 2009, sarà raggiungibile via terra tramite un pontile-passeggiata che lo collegherà al lungomare cittadino.

Il centro, il cui nome fa eco all’analoga struttura “Kursaal” risalente al 1904 e così battezzata da Gabriele D’Annunzio, vivrà 12 mesi all’anno: piattaforme, moli e attracchi frattali per bagnanti e piccole imbarcazioni, un solarium di 800 mq con piscine, cabine e ombrelloni (a scomparsa), vasche di sabbia e pontili per la discesa a mare, fontane ornamentali (che infrangono le onde e fanno da depuratori aerobici), giochi acquatici, macchine da pesca, idromassaggio marino e addirittura un dog-site per l’estate; ma anche spazi per esposizioni, manifestazioni e grandi eventi, un centro congressi, una beauty farm, una palestra, un ristorante, una gelateria e molto altro, anche per l’inverno.

Ma non è tutto. Neo Kursaal è una struttura a basso impatto ambientale: non solo dal punto di vista estetico-visivo con una altezza massima di 15 m., ma anche e soprattutto energetico. Pannelli solari, impianti fotovoltaici, sfruttamento delle maree, un orientamento finalizzato alla massima captazione solare per il riscaldamento e allo sfruttamento delle correnti d’aria per il raffrescamento, pavimenti radianti, sono solo alcune delle tecnologie e delle soluzioni eco-compatibili adottate.

Via | Arcblog.com

  • shares
  • Mail