Le auto dell'avvocato Gianni Agnelli in esposizione al Museo Nazionale dell'Automobile di Torino

auto gianni agnelli

Il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino celebra la memoria di Gianni Agnelli con la mostra “Le Auto dell’Avvocato”, che mette in vetrina alcune vetture appositamente personalizzate, sul piano estetico e funzionale, secondo i gusti dell’uomo simbolo della Fiat e dell’industria nostrana. Il più celebre imprenditore italiano, la cui esistenza terrena si è chiusa dieci anni fa, aveva un grande fiuto per gli affari, ma anche un raffinato senso della bellezza. Per i prodotti a quattro ruote da lui commissionati, sapeva suggerire delle scelte d'allestimento molto raffinate, anche nei modelli più sportivi.

Agnelli, oltre ad essere un punto di riferimento del capitalismo tricolore, era un cultore dei prodotti di classe. Il suo fascino resta inimitabile. Ora il Museo a lui dedicato rende omaggio all'illustre figlio della città di Torino, che per anni ha occupato il posto più alto nella classifica degli uomini più ricchi d'Italia, con un’esposizione speciale, che offre un viaggio nella tela dei suoi gusti, mediante un assortimento di esemplari concepiti su misura, facendo tesoro delle alle sue indicazioni.

auto gianni agnelli
auto gianni agnelli
auto gianni agnelli
auto gianni agnelli

Ecco le auto in vetrina: una Lancia Thema S.W. Zagato, una Fiat Panda Rock Moretti, una Lancia K Limousine, una Fiat 130 Shooting Brake Maremma, una Fiat 130 Familiare, una Fiat Croma, una Ferrari 360 Speedway, una Lancia Delta Spider Integrale, una Fiat Multipla mare e una Fiat 125. Si spazia, quindi, dalle utilitarie alle sportive, diverse da quelle in listino, perché caratterizzate da interventi di personalizzazione stilistica o meccanica. Oltre alle auto, la mostra propone ai visitatori un approfondimento sulle diverse fasi dell’epopea Fiat.

Ampio spazio anche per il tema del Tailor Made applicato all’automotive, di cui l’Avvocato fu ottimo interprete ed ambasciatore. La tela espositiva è condita da una ricca raccolta di materiale grafico, fotografico, audiovisivo e multimediale. Anche se mancano la Ferrari 365 P Pininfarina Berlinetta Speciale, la 375 America, la Testarossa spider ed altre perle scelte come auto personali da Agnelli, scorrendo i modelli in mostra si scopre bene il suo lato creativo.

Lapo Elkann, presidente e fondatore di Italia Independent e Independent Ideas, esprime così il suo compiacimento: “Sono felice che questa mostra oggi dia la possibilità al pubblico di entrare in contatto con un lato non completamente noto dell'Avvocato Agnelli, quello più creativo. Mio nonno amava guidare le auto, in particolare quelle che si faceva personalizzare nello stile, nei colori, nelle combinazioni di materiali e nei motori. Era ispirato dalla contaminazione ed attratto dalla velocità”. La rassegna sulle auto dell’Avvocato si potrà gustare fino al 2 giugno, secondo gli orari e i prezzi della struttura torinese che la ospita.

auto gianni agnelli
auto gianni agnelli
auto gianni agnelli
auto gianni agnelli
auto gianni agnelli
auto gianni agnelli
auto gianni agnelli
auto gianni agnelli
auto gianni agnelli
auto gianni agnelli
auto gianni agnelli
auto gianni agnelli

Via | Museoauto.it

  • shares
  • Mail