Maxi Dolphin, lascia i cantieri di Erbusco l'imbarcazione a vela FC3 100

Ha lasciato il cantieri Maxi Dolphin di Erbusco l'imbarcazione a vela FC3 100. Questo yacht di 30.48 metri, che prederà il nome di Nomade IV, è stato trasportato a Marghera (VE), dove proseguiranno i lavori di costruzione e di allestimento fino a metà luglio 2013, data in cui verrà consegnato all’armatore.

Progettato dallo studio navale francese Finot-Conq, vanta linee filanti con scafo e sovrastruttura interamente in carbonio e Nomex che, grazie alle 51 tonnellate di dislocamento, garantiscono brillanti prestazioni veliche.

L'impostazione estremamente racing è data dalla forma dello scafo, con un evidente spigolo che parte da prua fino a poppa, dal ballast di 9 tonnellate su ciascun lato, lifting keel e doppia timoneria. La parte cruiser viene espressa da un layout interno elegantemente minimal, disegnato da Pierre Frutschi, sviluppato e realizzato dall’ufficio project design di Maxi Dolphin in stretta collaborazione con l’armatore.

L'elegante suddivisione degli ambienti e delle cabine, disegnata e progettata dall'Architetto Pierre Forgia’ dello studio Finot – Conq, è molto confortevole e permette di alloggiare fino a 12 ospiti, oltre ai membri dell'equipaggio.

Il programma di FC3 100, dopo i test e le prove in mare (sea trials da 800 miglia), prevede un'intensa stagione di regate a partire dalla Maxi Yacht Rolex Cup di Porto Cervo.

Via | Press Office

  • shares
  • Mail