Giro di Sicilia 2013, auto d'epoca fanno sfilare il lusso e la passione

Domani scatta la XXIII edizione del Giro di Sicilia, evento dedicato ai possessori e agli appassionati di auto d’epoca. Molti gli esemplari al via, con pezzi di lusso capaci di fare la gioia di ogni collezionista.

Questa manifestazione, organizzata dal Veteran Car Club Panormus, riprende una tradizione nobile, di cui vuole custodire la brillantezza.

Nino Auccello, presidente del sodalizio promotore, è soddisfatto del frutto degli sforzi, andati a buon fine, se si guarda il parterre dei partecipanti. Al museo storico dei motori e dei meccanismi dell’Università di Palermo, che farà da cornice allo start, si potranno ammirare tanti gioielli dell’arte a quattro ruote.

Tra le vetture iscritte ci sono dei modelli alquanto rari, come la De Dion Tricycle del 1900, la Straker Squire del 1910, la Mercedes GP del 1913, la Peugeot GP del 1913, la Nazzaro Tipo3 Corsa del 1913 e una Fiat del 1906, tutte provenienti dall’Inghilterra.

Al via diversi modelli più recenti, ma di uguale fascino, come Maserati A6 GCS, Jaguar E-Type, Porsche 356A, Speedster, Mercedes Benz 300 SL "Ali di gabbiano" e molti altri, dei marchi più nobili.

L’itinerario, lungo oltre mille chilometri, toccherà località importanti dell’isola, come Palermo, Capaci, Erice, Sciacca, la Valle dei Templi di Agrigento, Ragusa, Modica, Siracusa Acireale, l’Etna, Cefalù. Non mancheranno i rendez-vous culturali e le serate di gala nei più suggestivi scenari di Trinacria, per incantare i prestigiosi ospiti provenienti da tutto il mondo, ma il momento clou sarà la rievocazione del circuito della Targa Florio, nella giornata di domenica 9 giugno.

Anche quest'anno si potranno ammirare favolose auto d'epoca, pronte a far sognare gli appassionati. La manifestazione, più volte premiata con la Manovella d’Oro, gode dell'apprezzamento di alcuni dei maggiori collezionisti al mondo.

Via | Girodisicilia.it

  • shares
  • Mail