I gioielli delle star in mostra a Parigi

Jewelry Institute presenta al Museo Carnavalet di Parigi Bijoux de Stars, 200 gioielli delle grandi case americane creati tra la fine del '800 e la fine del millennio. L'influenza del design francese è uno dei temi attorno ai quali si snoda l'esposizione, che traccia una mappa degli scambi culturali attraverso l'Atlantico: dal richiamo delle grandi esposizioni di Parigi fino all'apertuta delle prime boutique francesi a New York (Cartier nel 1909, Maboussin nel 1929 e Van Cleef & Arpels con l'atelier dove lavorava Maurice Duvalet, maestro rubato a Cartier).

La natura è il secondo dei temi della mostra, sull'onda delle grandi esplorazioni geografiche e dell'amore per l'esuberanza tropicale tipico dell'Art Nouveau. Nell'immagine una delle orchidee create nel 1889 da Paulding Farnham per Tiffany in occasione dell'Esposizione Universale di Parigi e rimaste in vendita per meno di due giorni, nonostante il prezzo elevato. Non mancano chicche come i gioielli Walt Disney di Raymond Yard e quelli ufficiali prodotti da Cartier, tornati di moda negli ultimi anni.

Della mostra parlava ieri lo International Herald Tribune: l'inaugurazione è oggi e c'è tempo fino ai primi di maggio per una visita.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: