Nel nuovo spazio Corvino il “Diamante Sospeso”

diamante

Lunedì 17 novembre, in corso Monforte 20 a Milano, viene inaugurato il nuovo spazio Corvino, una location suggestiva, che non solo ospita le collezioni firmate Corvino Diamond, ma che vuole essere una vera rivoluzione nel campo della creatività e del design.

Antonio Corvino ha deciso di esporre in questo suo flagship store le sue collezioni e la novità del diamante sospeso: una creazione ingegneristica innovativa e brevettata, che permette al prezioso elemento di fluttuare (fleu) nel vuoto. Si tratta di un gioiello sperimentale unico al mondo dove il reticolo cristallino di atomi di carbonio è vincolato alla struttura da un campo magnetico generato ad hoc.

Nello spazio è inoltre disponibile l’intera collezione che si sviluppa in nove linee di gioielli, tutte caratterizzate da gemme di altissima qualità e purezza. Creazioni pensate per chi è alla ricerca di un nuovo lusso, sofisticato per i dettagli ma con forme d’avanguardia. Ogni pezzo può essere personalizzato “su misura” seguendo i gusti dei clienti più esigenti.

"Il lusso - secondo Antonio Corvino – è sempre più vicino al design e va inteso come sinonimo di unicità: il diamante sospeso rappresenta la voglia di sogno, un desiderio di volare verso l’alto, ma anche modernità e soprattutto la possibilità di distinguersi attraverso un nuovo linguaggio".

Un progetto, il suo, che non dimentica la dimensione etica. I diamanti Corvino sono infatti accompagnati dal Kimberly Process Certification Scheme (KPCS), certificazione che assicura la provenienza etica dei diamanti "puliti" (il cui scopo è bloccare il flusso dei "conflict diamonds", diamanti grezzi utilizzati dai movimenti ribelli per finanziare guerre contro i governi ufficiali).

Lo store ospiterà nel tempo numerosi eventi in cui saranno abbinate altre espressioni artistiche e culturali, per dare vita a un vero atelier della creatività contemporanea. Il cocktail d’inaugurazione sarà arricchito dalle magiche note del trombettista jazz di fama internazionale Marco Brioschi e da una degustazione di Champagne Delcaves.

  • shares
  • Mail