Piloti di F1 nei viaggi spaziali di Virgin Galactic

virgin

I piloti di Formula 1 sono abituati alle grandi accelerazioni, ma anche alla G-Force, che sollecita i muscoli del corpo specialmente in curva. La loro dimestichezza con le emozioni estreme farebbe supporre un certo appagamento, ma la sete di brividi spinge gli assi del volante verso nuove frontiere esplorative.

Questo spiega l'interesse di alcuni protagonisti del Circus per i voli spaziali organizzati da Richard Branson, la cui Virgin Galactic ha già raccolto le adesioni di personaggi famosi, pronti a sperimentare il piacere di un'avventura in orbita. Lo sponsor della Brawn GP ha annunciato le due ultime reclute: Rubens Barrichello e Niki Lauda.

Il brasiliano, che è secondo nella classifica conduttori, ha già pagato 200 mila dollari per assicurarsi un biglietto. Stessa cosa ha fatto l'austriaco, vincitore di tre campionati del mondo. Quest'ultimo sembra orientato a sfidare i 60 anni di età per mettersi alla prova in modo inedito: dopo aver pilotato i velivoli della sua compagnia aerea, vorrebbe condurre anche l'astronave.

Via | Yahoo.com

  • shares
  • Mail