Accertamenti per i proprietari Bentley in Bulgaria

bentley

Con l'ingresso nell'Unione Europea, la Bulgaria ha ricevuto una certa pressione da Bruxelles per avviare una lotta più incisiva contro la corruzione e la criminalità organizzata. L'agenzia delle entrate del Paese dell'Est si è immediatamente attivata per scovare le pecore nere. Fra le iniziative messe in campo c'è la ricerca dei redditi sospetti e in odor di mafia.

Sorprende che uno degli indicatori principali per far scattare le indagini sia la disponibilità di una costosa Bentley in garage. L'elevata presenza di auto sportive e di ammiraglie di lusso della casa di Crewe ha insospettito gli investigatori, che vogliono vederci chiaro. Sono 105, in terra bulgara, i proprietari di un modello del blasonato marchio inglese: un dato ritenuto eccessivo.

Da qui il sospetto che possa esserci qualcosa di poco limpido dietro. Ecco perché gli uffici finanziari passeranno al setaccio le fonti di reddito di ciascun owner. Se gli elementi saranno in ordine, nessun problema. In caso contrario sarà facile essere visti come degli individui in odor di mafia. Oppure come degli evasori. I media locali riferiscono che tra i proprietari c'è anche un ministro.

Via | Autorevolution.com

  • shares
  • Mail