Rolls Royce, record con la Wraith al Goodwood Festival of Speed 2013

Rolls Royce celebra un importante successo in occasione del recente Goodwood Festival of Speed. La casa dello "spirito d’estasi", che giocava a due passi dal proprio stabilimento, si è assicurata un record nella tenuta di Lord March, teatro del mitico appuntamento inglese.

La Wraith, ultimo modello di famiglia, si è infatti imposta nella Goodwood Hillclimb, durante la Supercar Run. Questa creatura ha coperto il percorso di 1.16 miglia in meno di 60 secondi, con Justin Law al volante.

Si tratta della più potente vettura partorita nei 109 anni di vita della casa dello "spirito d’estasi" ed incarna le note della tradizione e di uno dei suoi fondatori, Charles Stewart Royce, pioniere dell'aviazione e grande avventuriero.

Le premesse del suo dinamismo ci sono tutte nelle linee fastback, che riecheggiano l’immagine di un atleta di classe mondiale pronto ai blocchi di partenza. Muscolosa e sportiva, la Wraith mantiene nelle cifre quello che anticipa l’estetica.

Il suo motore V18, combinato a un cambio automatico a otto marce, eroga una potenza massima di 624 cavalli, garantendo un passaggio da 0 a 60 miglia in 4.4 secondi. Molto alte, in ogni circostanza, le scariche di coppia fornite al conducente, che può effettuare senza fatica i sorpassi, a prescindere dalla velocità di partenza.

Notevole la sua agilità, rispetto alle masse e ai volumi. Questa non incide negativamente sull’estremo comfort di ogni Rolls Royce, che regala la sensazione di muoversi su un tappeto d’aria. In tal senso aiuta la qualità della costruzione, ma anche la tecnologia svolge al meglio la sua parte.

Come gli altri modelli della stessa famiglia, la nuova nata offre un lusso sfrenato, con un abitacolo caldo, ovattato e splendidamente arredato con materiali di pregio. Gli ingredienti sono della miglior specie, costruendo una tela da mille e una notte, che brilla di luce con le 1.340 lampade in fibra ottica piazzate sul rivestimento del tetto, per dare l'impressione di un cielo stellato notturno.

Quest'opera rispolvera una sigla storica, giù usata per un gioiello dello "spirito d’estasi" nel 1938. Il Ceo Torsten Müller-Ötvös, qualche tempo fa, parlando dell’imminente vettura aveva detto: "La Rolls Royce Wraith si avvarrà di superlativi. Aspettatevi il design più audace, le performance più drammatiche e la potenza più alta per una nostra opera". Il risultato di Goodwood conferma tutto ciò!

Via | Rolls-roycemotorcars.com

  • shares
  • Mail