Versace chiude l'ultima boutique di lusso in Giappone

versace

Versace ha abbassato le saracinesche della sua boutique in Giappone, confermando la crisi che investe il mercato del lusso in quel paese. I responsabili del gruppo fanno sapere che la chiusura dell'ultimo dei tre negozi nella terra dei samurai si inserisce in una più vasta revisione della strategia aziendale, che mira a trovare luoghi nuovi e più idonei canali di distribuzione. Al momento non è dato sapere quando il brand tornerà sulla piazza nipponica.

La cessazione dell'attività delle boutique mostra una mutata geografia della domanda, che sta costringendo alcuni atelier a riesaminare la loro presenza in città costose come Tokyo e Osaka. Il problema si pone soprattutto per le aziende più piccole, mentre i grandi colossi hanno più potenza di fuoco, grazie alle economie di scala, che consentono di ridurre i costi e di giocare sui margini.

Il Giappone è stato a lungo uno dei maggiori mercati per la moda di lusso, facendo realizzare grandi profitti ai competitori. Oggi le cose vanno in modo diverso, per gli effetti dirompenti della crisi, il cui vento continua a soffiare con impeto. C'è pure un altro fattore: il cambio nelle abitudini di spesa delle nuove generazioni. Solo pochi marchi "absolute luxury" non soffrono la situazione. Diversa lo scenario in Cina, dove la domanda di prodotti sfarzosi cresce a un ritmo sostenuto.

Via | Wsj.com

  • shares
  • Mail