Prada scommette ancora su Milano: inaugurato sabato il Prada Galleria

Mentre a Milano la querelle tra Pisapia e D&G assume toni inverosimili, la moda diventa ancora una volta la protagonista all'ombra della Madonnina. Tocca a Prada in quest'occasione ad aprire un nuovo e ricchissimo indirizzo presso la Galleria Vittorio Emanuele II, dove decadi fa Mario Prada alzò le serrande del primo negozio. Era il 1913.

Prada prosegue la marcia verso il successo globale inaugurando un nuovo indirizzo proprio in terra indigena, nel cuore di Milano. Milano da cui tutto partì con il primo negozio di Mario Prada nel 1913 , un punto vendita che ha fatto la storia e che sorgeva proprio in uno dei luoghi iconici di Milano, la prestigiosa Galleria Vittorio Emanuele II, al lato dell'imponente Piazza Duomo.

Ed è in questo signorile contesto che maison Prada apre i battenti ad un innovativo e complesso progetto, dopo cento anni esatti e per celebrare questo importante anniversario: il Prada Galleria. L'opening si è svolta questo sabato 20 luglio; lo spazio ospita nuovi spazi di vendita, la Fondazione Prada, aree per eventi e la sede del Gruppo Prada. Sicuramente un punto in più per il centro storico di Milano grazie a Prada che riporterà a gran prestigio uno dei siti cult del panorama metropolitano all'ombra della Madonnina.

Ma solo la prima fase del progetto è giunta a conclusione, questo primo tassello ha previsto il restauro di un intero corpo della Galleria che si affaccia sull’Ottagono, di fronte all’attuale negozio. Prada Galleria quando sarà finita vanterà tecnologie all’avanguardia e architetture moderne dall'estetica elegante, una filosofia che vuole sì valorizzare la struttura storica ma in chiave contemporanea, rendendola fruibile e funzionale alla vita cittadina. E non si tratterà solo di shopping experience, ma di un mix di spazi dedicati alla moda, ma anche all'arte e allo svago culturale.

Perchè questo progetto è importante per Prada? Come comunica la stessa casa di moda il work in progress alla Galleria Vittorio Emanuele sigilla un rinnovato patto con la città di Milano (che oggi più che mai ne ha bisogno) e mira a catturare ancora una volta un focus vitale per il capoluogo lombardo, quello internazionale sullo sviluppo della cultura della moda e del made in Italy di qualità.

  • shares
  • Mail