Yacht di lusso, Ferretti Group raduna i suoi manager a San Patrignano

Gli incontri aziendali sono sempre molto importanti. Qualche volta servono anche a manifestare la vicinanza verso i meno fortunati, come nel caso dell’annuale Management Meeting di Ferretti Group, che nel 2013 si è svolto presso la comunità di San Patrignano.

Il colosso nautico, sempre in prima linea sul fronte della solidarietà, ha così inteso manifestare la sua vicinanza umana e geografica alla nota comunità di recupero.

A Coriano, in provincia di Rimini, si sono riuniti oltre 70 manager provenienti da tutte le sedi del gruppo a livello mondiale, per approfondire le principali tendenze del mercato nautico globale e definire le strategie per i prossimi anni.

Questa full immersion nel verde delle colline romagnole ha registrato la presenza dell’amministratore delegato Ferruccio Rossi e dell’executive director Xu Xinyu. Le sessioni di lavoro sono state intervallate da visite guidate alle strutture della comunità, confermando l’attenzione per i temi del disagio da parte di Ferretti Group, specializzato nella progettazione, costruzione e commercializzazione di motor yacht, con un portafoglio unico di prestigiosi brand, tra i più esclusivi della nautica mondiale.

Ecco come Rossi spiega la decisione di organizzare l'incontro proprio a San Patrignano: "Il nostro gruppo, che ha due centri di produzione storicamente radicati in Emilia-Romagna, a Forlì e Cattolica, ha deciso quest’anno di unire la vicinanza geografica a quella umana nei confronti di Sanpa, organizzando per la prima volta il proprio Management Meeting presso questa importante comunità di recupero. Lo spirito è stato quello di offrire ai nostri manager la possibilità di approfondire i principali trend del mercato nautico mondiale, reso ancor più complesso dall’attuale fase economica, in un contesto ad 'alto valore aggiunto sociale' quale quello della comunità di San Patrignano, solo apparentemente lontano da quello della nostra industria".

Infatti –conclude l’amministratore delegato- anche questa comunità fonda sull’eccellenza delle proprie lavorazioni e dei propri prodotti il riscatto dei suoi ragazzi. L’eccellenza, intesa quale via per uscire dalla crisi, sia essa di vita o economica, credo, dunque, possa costituire il filo conduttore che rende due realtà apparentemente così diverse, oggi così vicine”.

Via | Ferrettigroup.com

  • shares
  • Mail