Bill Gates investe su metodi alternativi di lotta alla malaria

bill gatesBill Gates ritiene che le gomme da masticare e il cioccolato possano diventare il prossimo strumento per combattere la malaria. Il boss della Microsoft, che occupa il gradino più alto nella classifica di Forbes sugli uomini più ricchi del mondo, usa una parte del suo tesoro nella ricerca di strategie non convenzionali per risolvere alcuni dei problemi di salute del mondo.

Nell'ambito del programma "Grand Challenges", la fondazione del ricco magnate e della moglie ha concesso 100 mila dollari ad Andrew Fung, ricercatore dell'Università di Los Angeles, il cui studio prevede l'utilizzo delle chewing gum per cogliere indicatori di malaria nella saliva. Il metodo consentirebbe una più agevole lettura del rischio, utile nell'ottica della prevenzione su vasta scala.

Lo scienziato baciato da tanto interesse utilizzerà la concessione per sviluppare la sua idea sul rivoluzionario test. Fung sostiene che il progetto metta sul campo un metodo economico e non invasivo per individuare l'infezione nelle fasi iniziali, con tutti i benefici che ne conseguono. Il suo era originariamente un esercizio intellettuale, destinato a mostrare la propria creatività per un potenziale datore di lavoro. Sperava in un impiego dopo il dottorato, non in un assegno. Adesso potrà ottenere entrambe le cose.

Gates ha inoltre deciso di finanziare una ricerca di Steven Maranz, del Weill Cornell Medical College di New York, che studia gli effetti del cioccolato sul parassita della malaria. Anche in questo caso un contributo di 100 mila dollari. Tante borse di studio di analoga misura mirano a incoraggiare i giovani luminari a perseguire idee coraggiose che potrebbero portare a inedite scoperte, soprattutto sul piano della prevenzione e cura di malattie come l'HIV, la tubercolosi, polmonite e la stessa malaria.

Via | Economictimes.com

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: