Hong Kong, borse di lusso in cambio di liquidità

A Hong Kong si sta facendo spazio l’abitudine di dare in pegno delle borse di lusso per ottenere dei prestiti.

La tendenza non è mossa dalla miseria, visto il costo degli accessori dati in garanzia, ma nasce da altre motivazioni, sulla cui natura possono essere date varie spiegazioni. Ecco perché non mi avventuro su un campo così minato.

Secondo le notizie in circolazione, pare che basti tranquillizzare le società specializzate con una borsa di marchi blasonati come Hermès, Louis Vuitton e Gucci per avere in meno di mezz’ora una somma in contanti pari all’80% del valore della borsa data in pegno.

Una delle realtà più attive in quel contesto ambientale è Yes Lady Finance Co., che offre una presenza capillare sul territorio, per soddisfare al meglio questo nuovo trend. La ditta fornisce in modo rapido la liquidità, in cambio di un interesse mensile del 4%. Solo al saldo del conto viene restituita la borsa che ha fatto da garanzia.

Secondo il Wall Street Journal, la società prima citata ha prestato in tempi recenti ad una cliente la somma di 20.600 dollari, blindata dalla consegna di una mitica Hermès Birkin. Voi che ne pensate?

Via | Luxuo.com

  • shares
  • Mail